lunedì 20 marzo 2017

Io mi dreno! ... e tu?

Ginepro

Il nome Ginepro è l’unione di due vocaboli: “gen” che deriva dal celtico e che significa cespuglio, e “prus” che deriva invece dal latino e che significa aspro.

Il Ginepro fa parte della Famiglia delle Cupressacee, di cui fanno parte la sequoia e la tuia. Le parti della pianta utilizzate in Fitoterapia sono le foglie, i frutti (bacche), il legno e le gemme.

I principi attivi del Ginepro sono rappresentati dall’olio essenziale in cui troviamo in grande quantità i terpeni, l’acido ossalico, l’acido malico, i glucidi, le resine ed acidi organici. 

Come agisce???

Il  Ginepro agisce aumentando la diuresi, depurando il  fegato e i  reni, presenta anche un’azione iopcolesterolemizzante, antidiabetica, disinfettante delle vie urinarie e respiratorie, espettorante e sedativa della tosse, inoltre aiuta la digestione ed ha un’azione antifermentativa intestinale.

Il Ginepro può essere utilizzato per uso interno, sotto forma di macerato glicerico, e rappresenta un ottimo rimedio terapeutico per migliorare la funzionalità renale ed epatica, inoltre è utilizzato nel diabete e nelle dislipidemie in genere. L’olio essenziale e l’infuso di Ginepro si usano nei casi di meteorismo, bruciore di stomaco e nella ritenzione idrica e nella cellulite. 

Il Ginepro può essere usato anche per uso esterno, infatti le fumigazioni vengono impiegato nelle malattie da raffreddamento, mentre l’utilizzo dell’olio essenziale, mediante frizioni, è indicato nei dolori reumatici. Per uso esterno possiamo anche usare le bacche, le foglie ed il legno, per migliorare la circolazione cutanea. 

ATTENZIONE: non consigliare se si assumono diuretici.

Usi clinici del Ginepro:

  • Nelle Malattie da Raffreddamento: si consiglia l’olio essenziale di ginepro 3 ggt al giorno da mettere su un pò di zucchero o in un cucchiaino di miele; proseguire la terapia per 15 giorni.
  • Nella Cellulite e Ritenzione idrica : si consiglia la Tintura Madre di Ginepro 30 ggt diluite in poca acqua  ter volte al giorno per 2 mesi oppure 2 ggt di olio essenziale al giorno da mettere in un cucchiaino di miele. Possono anche essere effettuati dei massaggi unendo 2/3 ggt di olio essenziale di ginepro ad un cucchiao di olio di mandorle dolci.

Preparazioni semplici di Ginepro da preparare a casa:

  • Infuso: mettere 1 cucchiaio di foglie di ginepro in una tezza da tè con acqua calda, coprire e lasciare per circa 5/10 minuti, filtrare, aggiungere un po di miele  e bere.
  • Decotto: mettere 1 cucchiaio di bacche in mezzo litro d’acqua fredda, fare bollire a fuoco basso per 1/2 minuti, filtrare e usare tiepido per fare delle frizioni in caso di cellulite.
  • Acquistare in erboristeria il Macerato glicerico di ginepro ottenuto dalle gemme e prendere 70 ggt al giorno per una durata di 2 mesi: il macerato viene impiegato per ridurre i levelli di colestrolo cattivo, stimolare la funzionalità renale e controllare la glicemia.

Io uso la tintura madre (boiron) e l'olio essenziale (primavera).
Buon dren a tutti!!!